Regolamento Scuola Infanzia

La scuola dell’infanzia paritaria “Giovanni XXIII” è un luogo educativo. Qui i bambini possono sviluppare la loro personalità attraverso esperienze significative di relazione e apprendimento. La scuola, gli alunni
 le famiglie partecipano insieme al processo educativo. È quindi auspicabile che tra la scuola e la famiglia si instaurino rapporti di collaborazione. Qualsiasi comunicazione che interessi le famiglie viene riposta nello zaino del bambino; comunicazione in carta libera che la famiglia controllerà quotidianamente; ed ogni avviso dovrà essere debitamente firmato e con sollecitudine rinviato a scuola.
ll regolamento serve sostanzialmente a riconoscersi come parte integrante di un contesto sociale. Tanto più lo faremo nostro tanto meno avrà bisogno di rigidità.
Conoscere il regolamento serve agli adulti e dà sicurezza ai bambini.
“Rispettarlo” è la prima significativa azione di rispetto nei confronti degli altri e dei bambini in particolare.
La scuola è l’ambiente in cui i bimbi vivono molte ore della loro giornata e dove, per necessità e per crescere, trovano i primi “codici” con i quali si incontrano (qualche volta si scontrano)
Per costruirsi il proprio modo di stare con gli altri.
Il nostro compito ( genitori ed insegnanti) è di agevolarli nella crescita dando loro le sicurezze di cui hanno bisogno, sostenendo il bambino attraverso: un percorso educativo-formativo che li renda capaci di fare scelte via via più autonome nel rispetto dei propri diritti e di quelli degli altri bambini.
Il genitore che chiede l’iscrizione a questa scuola si impegna a condividerne il Progetto Educativo, a collaborare alla sua realizzazione e, pertanto, a rispettare il seguente regolamento al fine di:

Garantire la sicurezza dei bambini;
Assicurare ordine e tranquillità nell’ edificio scolastico durante l’attività didattica giornaliera;
Permettere al personale della scuola di svolgere il proprio compito nell’ ambito delle responsabilità ad esso correlate.

 

1

Entrata:

  • I bambini entrano a scuola dalle ore 8.00 alle ore 9.00. Il rispetto dell’orario è di fondamentale importanza per l’organizzazione delle attività didattiche e per il corretto funzionamento del servizio mensa.
  • È vietato portare i giochi da casa per evitare lo smarrimento; gli insegnanti non si assumono alcuna responsabilità;

Per poter garantire il regolare svolgimento delle lezioni, i bambini devono essere salutati all’ ingresso della Scuola, pertanto, i genitori non devono intrattenersi con gli insegnanti durante l’orario d’entrata dei bambini.

2

Mensa: i pasti si prenotano consegnando giornalmente il buono mensa al personale incaricato entro l’orario e non oltre le 9.15.

3

Uscita:

  •   Al momento dell’uscita da scuola gli insegnanti consegneranno i bambini direttamente ai genitori o a persona maggiorenne da essi delegata, È VIETATO AFFIDARE I BAMBINI A FAMILIARI MINORENNI O A PERSONE NON DELEGATE.
  • I genitori sono tenuti a comunicare preventivamente alla scuola eventuali cambiamenti relativi alle deleghe necessarie per il ritiro dei bambini.
  •  Nel caso di genitori separati o divorziati, la Direzione si riserva di chiedere una copia degli atti giudiziari attestanti i diritti dei singoli genitori sui bambini.

I  genitori non devono intrattenersi con gli insegnanti durante l’orario d’uscita dei bambini.
NOTA: Per seri e giustificati motivi gli alunni possono entrare e/o uscire dalla scuola con orari diversi   da quelli stabiliti. In tale circostanza, è opportuno avvisare le insegnanti all’ inizio delle lezioni o telefonicamente la scuola.

4

Rapporto Scuola Famiglia:

  •   Ogni comunicazione deve avvenire all’ interno dell’Istituto e personalmente, evitando l’uso del telefono per informazioni di tipo educativo-didattico.
  • Gli insegnanti forniranno l’orario di ricevimento e i colloqui si terranno preferibilmente su appuntamento.
  •   Per qualsiasi comunicazione che interessi le famiglie, viene riposta, nello zaino del bambino, comunicazione scritta su carta libera. La famiglia controllerà quotidianamente ed ogni avviso dovrà essere debitamente firmato e con sollecitudine rinviato.

5

Assenze: per le assenze riconducibili allo stato di salute superiori ai cinque giorni, la certificazione medica è necessaria per la riammissione a scuola. Per particolari malattie infettive che abbiano comportato anche un ricovero ospedaliero per il livello di gravità della malattia stessa, la famiglia ha l’obbligo di comunicare alla scuola il motivo dell’assenza, anche nell’ interesse della salute del proprio figlio e degli altri bambini.

6

Compleanni: in occasione dei festeggiamenti dei compleanni, ai bambini è consentita la consumazione solo di prodotti* confezionati che non contengano panne, creme o altre farciture facilmente deperibili.

*(i dolci confezionati o da pasticceria dovranno contenere l’ ETICHETTATURA degli ALIMENTI secondo disposizione di legge del Ministero della Salute)

7

Festività: La scuola osserva le festività religione; ulteriori giorni di chiusura verranno comunicati con largo anticipo valutando le presenze/assenze legate ad eventuali “ponti”;

  • I periodi di festività non danno diritto a riduzione della retta scolastica di frequenza;
  • La retta scolastica dovrà essere corrisposta entro e non oltre il giorno 10 del mese in corso e dovrà essere pagata presso l’ufficio di segreteria amministrativa.

Feste: I genitori non possono partecipare alle feste svolte nelle sezioni, salvo diversa indicazione fornita dalle insegnanti.

8

Somministrazione di Farmaci: Non può essere chiesta la somministrazione di farmaci, salvo terapie salvavita; (con certificazione medica e assunzione di responsabilità dei genitori) vanno segnalati eventuali allergie e intolleranze contabile con la vita comunitari della scuola per la salvaguardia del bambino.

9

Consigli: Si consiglia di vestire i bambini con indumenti comodi, ogni bambino viene a scuola curato nell’ igiene personale indossando giornalmente il grembiule;

SERVIZI
Dal 23 settembre 2019 sono attivi i servizi mensa e bus;

Close