Senza categoria

Giochiamo con il Corpo

Laboratorio di educazione motoria.

Guido Petter afferma che:

“L’educazione motoria ha un’importanza assai
maggiore di quanto comunemente si creda. Tale importanza deriva dagli
stretti rapporti che esistono, o possono essere stabiliti e rafforzati, fra
attività motoria e attività mentale, fra sviluppo psicomotorio e lo sviluppo
di altri aspetti della personalità”.


Gli apprendimenti, le operazioni mentali, si formano, infatti, attraverso un
processo di interiorizzazione delle attività svolte a livello motorio e delle
azioni svolte con il corpo. Dall’interazione tra corpo e psiche nasce la capacità dell’essere umano di entrare in contatto con il mondo e di creare un rapporto costruttivo connesso. Il bambino struttura il proprio io in un continuo rapporto fra sé, gli altri, lo spazio e gli oggetti, imparando a modulare i propri movimenti nello spazio e affinando percezioni e sensazioni. L’attività motoria è fondamentale per la salute psico-fisica dei bambini, in quanto li aiuta ad essere più tranquilli, a dormire e a mangiare meglio. Attraverso il corpo i bambini acquisiscono le categorie spazio-temporali e i principi basilari dell’ordine e della misura, entrano in rapporto diretto con il mondo delle cose e col mondo degli altri, ampliano ed arricchiscono il linguaggio verbale e il linguaggio non verbale, aiutandoli a pensare, progettare, agire.
I giochi di movimento aiutano i bambini nella crescita mentale e nello
sviluppo cognitivo.

Obiettivi
– riconoscere le principali parti del corpo;
– orientarsi nello spazio;
-affinare la coordinazione;
-interiorizzare i concetti spaziali (dentro-fuori; grande-piccolo;
vicino-lontano; sopra-sotto; lungo-corto);
– acquisizione dei concetti “partenza -arrivo”,” prima-dopo”;
– interiorizzazione delle regole del gioco;
-acquisizione schemi motori di base( camminare, strisciare, lanciare
rotolare, stare in equilibrio).
Proposte operative:
– camminare liberamente nell’aula senza toccare niente;
– camminare nello spazio delimitato;
-ricerca di cose colorate;
-giochi con i cerchi;
-spostandosi saltellando, correndo , strisciando etc…;
-giochi con i birilli;
-“attenti alla paletta”(munirsi di una paletta colorata, al colore prescelto si
cambia andatura).
Indicazioni metodologiche:
L’educatore o l’esperto esterno dovrà predisporre i percorsi o i giochi da
eseguire, svolgendo un ruolo di guida e stimolando i bambini alla ricerca
delle soluzioni per tentativi ed errori.
Carattere essenziale di tutte le proposte di gioco è la cooperazione: in
nessun caso i bambini sono posti nella condizione di vincere o perdere o di
essere esclusi dal gioco.
Al termine dei giochi o delle attività proposte, i bambini saranno sollecitati
a raccontare le esperienze vissute, ad esprimere le loro emozioni, ad
avanzare proposte.
Durata:
Il percorso didattico di motoria, rivolti a tutti i bambini della scuola
dell’infanzia, si snoda durante tutto l’anno scolastico, nelle ore
pomeridiano, secondo il calendario scolastico.
Martedì: per 1° Sezione e 2°Sezione;
Giovedì: per 3° Sezione

Related Articles

Close