ProgettoScuola dell' Infanzia.

Il “Coding” arriva in classe

Fare “Coding” significa mettere i bambini in condizione di seguire o inventare una serie di istruzioni in sequenza per raggiungere un obiettivo; in altre parole è costruire, risolvere, ragionare… è sviluppare il pensiero computazionale (per pensiero computazione si intende una attitudine mentale, un processo mentale che consente di risolvere metodi e strumenti specifici).
Protagonisti principali delle lezioni di coding saranno i bambini della Scuola dell’Infanzia che, in situazioni di grande/piccolo gruppo o in coppia, scopriranno, impareranno anche attraverso gli errori le proprie idee e conquiste.
Compito delle insegnanti sarà quello di incoraggiare i piccoli aiutandoli a superare i conflitti e ad accrescere la propria autostima.
Attraverso attività divertenti e coinvolgenti di coding i bambini in un clima di condivisione e collaborazione, matureranno e consolideranno alcune abilità di base proprie della Scuola dell’Infanzia come: l’ orientamento nello spazio, la lateralità, la creatività, il pensiero logico deduttivo e appunto il pensiero computazionale dando avvio allo sviluppo di competenze digitali.
Mascotte del progetto “Coding”, sarà l’ape virtuale BeeBot, che i bambini impareranno a programmare e così a farla muovere all’interno di percorsi, compresi di ostacoli, il tutto frutto della fantasia dei nostri piccoli alunni.

Obiettivi specifici:

  • recuperare la manualità come momento di apprendimento superando la consuetudine di separare teoria e pratica, regole ed esercizio;
  • consolidare i concetti di lateralità e di orientamento spaziale;
  • sviluppare curiosità e desiderio di partecipazione all’attività proposta;
  • sviluppare attenzione, concentrazione e motivazione;
  • iniziare a sviluppare la capacità di analizzare e risolvere problemi;
  • sviluppare autonomia operativa;
  • stimolare il pensiero creativo;

Finalità del progetto:

  • accrescere le capacità decisionali, il senso di responsabilità e l’autostima;
  • iniziare ad acquisire un linguaggio di programmazione;
  • fare esperienza di lavoro di gruppo;
  • favorire l’integrazione di alunni diversamente abili;
  • favorire l’integrazione di alunni stranieri;
  • favorire lo spirito collaborativo.

Il progetto avrà inizio a gennaio, finirà a maggio; le lezioni si svolgeranno di mattina durante le ore di didattica (corso lezione 80 minuti, ma può variare in base al numero degli alunni presenti in classe). Coinvolgerà i bambini di I, II e III sezione Scuola dell’infanzia.

Show More

Related Articles

Check Also

Close
Close