ProgettoScuola dell' Infanzia.

Mi Muovo e mi Diverto!

Il progetto “Mi muovo e mi diverto” rispetta le Indicazioni nazionali espresse dal MIUR, nelle quali viene manifestato come il campo di esperienza della corporeità e della motricità contribuisce alla crescita e alla maturazione complessiva del bambino, promuovendo la presa di coscienza del valore del corpo inteso come una delle espressioni della personalità e come condizione funzionale, relazionale, cognitiva, comunicativa e pratia da sviluppare in ordine a tutti i piani di attenzione formativa. Infatti, il bambino, soprattutto in questa fascia d’età, racconta la sua storia, le proprie esperienze, il proprio vissuto più che con le parole attraverso il movimento, l’uso degli oggetti e dello spazio, l’integrazione con il gruppo, con gli adulti e con gli educatori.
L’attività risponde agli obiettivi generali e specifici delle Indicazioni del MIUR che si propongono di rafforzare l’identità personale, l’autonomia e le competenze motorie dei bambini. L’azione psicomotoria aiuta loro a consolidare le proprie capacità sensoriali, percettive, motorie e sociali; li stimola ad orientarsi in maniera personale e a compiere scelte anche innovative. Indirizza il bambino, singolo e in gruppo, alla scoperta del mondo che lo circonda, lo incoraggia ad entrare in relazione con gli altri rinforzando la capacità di aggregazione sociale, con l’interiorizzazione e il rispetto pratico dei valori della libertà, della cura di sé e degli altri, della solidarietà, della giustizia, dell’impegno ad agire per il bene comune.
Rafforzare l’autonomia, l’autostima e l’identità personale attraverso un corretto e adeguato percorso di valorizzazione dell’immagina corporea.
Rappresentare lo schema corpore in modo completo e strutturato attraverso esperienze motorie e psicomotorie atte a valorizzare l’aspetto sperimentale e di scoperta delle proprie potenzialità e limiti.
Riconosce nella capacità di muoversi in maniera adeguata nell’ambiente e ne gioco coordinando i movimenti che il proprio corpo e soggetto di comunicazione, relazione e accoglienza.
Lavorare in gruppo in maniera attiva e propositiva attraverso attività che vedano la progettazione e la collaborazione per il raggiungimento di una meta collettiva, sapendo affrontare adeguatamente anche eventuali defezioni, nel rispetto delle specificità di ciascuno.
Toccare, guardare, esplorare, sperimentare e utilizzare oggetti d’uso quotidiano; superare gli usi convenzionali degli attrezzi “ginnici”, secondo un percorso che favorisce la creatività, per arrivare a conoscere e utilizzare i materiali secondo le loro funzioni.
Esprimere e controllare emozioni, sentimenti (paura, amore, rabbia, meraviglia) e affettività, elaborando il vissuto e le esperienze con il corpo e il movimento.
Rispettando il naturale sviluppo psicofisico dei bambini nei diversi anni della scuola dell’infanzia, nel primo anno si punta a far prendere coscienza dei concetti topologici (rapporti spaziali) quali: dento/fuori, aperto/chiuso, grande/piccolo. Anche la strutturazione delle conoscenze spazio-temporali ha le sue radici nei vissuti corporei e motori: vengono così interiorizzati concetti quali: prima/poi, partenza/arrivo…
Il bambino di 3 anni possiede uno stato mentale adatto all’acquisizione di certe interiorizzazioni e non di altre, viceversa tipiche dei bambini di 4 o di 5 anni. E’ importante, sul piano metodologico, tenerne conto e creare attività con una logica curricolare che, distinguendo fra obiettivi, contenuti e verifiche, assegni ad ogni età conquiste educative differenziate, così come differenziata è la struttura mentale che le elabora.

IL PROGETTO DI MOTORIA E’ RIVOLTO A TUTTI I BAMBINI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA.
SI TERRA’ OGNI GIOVEDI’, DALLE ORE 14.30 ALLE 15.30. 
PRESSO LA NOSTRA SCUOLA.
IL PROGETTO NON HA NESSUN COSTO AGGIUNTIVO
.

Show More

Related Articles

Check Also

Close
Close