ProgettoScuola dell' Infanzia.Social ...Tema

Programmazione Didattico – Pedagogico

Scuola dell’Infanzia Paritaria
“GIOVANNI XXIII”
PROGRAMMA DIDATTICO – PEDAGOGICO
anno scolastico 2018/19

VIVERE LA NATURA CON I MAGNIFICI QUATTRO

Quale spettacolo più bello di quello preparato dalla natura possiamo offrite ai bambini?
Le stagioni e gli elementi con le loro peculiarità e i fenomeni di cui sono artefici rappresentano, oggi come sempre, il percorso di eccellenza da intraprendere per tutto l’anno scolastico a partire dal rientro a scuola dopo le vacanze estive.
Giocheremo con il numero quattro poiché  quattro sono le stagioni e quattro gli elementi naturali che sempre e con maggiore frequenza vengono trattate nella scuola dell’Infanzia.
Gli elementi naturali aria, acqua, terra e fuoco fanno parte della nostra vita fino a quando rivolgiamo il primo sguardo al mondo, l’aria è trasparente non si vede ma ci serve per vivere; veniamo a contatto con l’acqua in ogni momento della giornata dalla semplice azione di bere a quella del bagnetto; la terra è personificata come una grande madre che dà la vita, racchiude in sé i valori di costanza, forza e pazienza; il fuoco lo vediamo molto volentieri quando dobbiamo spegnere le candeline su di una bella torta.
La motivazione dell’argomento scelto nasce dall’esigenza di fornire risposte stimolanti ed adeguate alle curiosità tipiche del bambino.
Il lavoro è stato sfruttato da  quattro unità di apprendimento legato per ordine alle stagioni e ai relativi fenomeni climatici – metereologici:
-Aria         ottobre, novembre;
-Acqua      gennaio, febbraio;
-Terra       marzo, aprile;
-Fuoco      maggio, giugno.
L’ospite dell’autunno è: l’elemento aria poiché dei quattro elementi naturali è quello che associamo alla stagione della caduta delle foglie, trasportate via dal vento lento, elegante e sfuggente che spoglia la natura del suo abito. L’aria considerata come vento autunnale con cui assieme ai bambini possiamo sperimentare.
L’ospite dell’inverno è: l’elemento acqua poiché dei quattro elementi naturale è quello che associamo alla stagione della neve e del ghiaccio.
L’ospite della primavera è: l’elemento terra poiché dei quattro elementi naturali p quello che associamo alla stagione della rinascita. E’ intatti in questo periodo che dalla terra spuntano i verdi germogli, il prato cresce e si copre di fiori dai mille colori, nell’orto maturano gli ortaggi.
Il gioco sarà ospite di questa stagione estiva, non in quanto fonte di calore e riscaldamento ma in seguito ai suoi significati simbologici, non dobbiamo dimenticarci che questo elemento è simbolo del sole, dell’immortalità e della trasformazione.
Nell’organizzazione didattica si sono volutamente considerati i mesi di settembre, dedicato all’inserimento, e il mese di dicembre dedicato alla preparazione della festa di Natale.
Finalità:
Il progetto favorisce la scoperta delle mutazioni collegate al passare delle stagioni, lo sviluppo dell’osservazione e dell’attenzione nei confronti della realtà naturale:
– avvicinamento al mondo reale con un atteggiamento creativo e di ricerca;
– incrementare consapevolezza, sensibilità, rispetto e amore nei confronti dell’ambiente.
Obiettivi:
– 
Avvicinare i piccoli alla natura, ai suoi ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni;
– Conoscere le caratteristiche di terra, acqua, aria e fuoco;
– Trovare un ambiente da esplorare, manipolare, rispettare e amare;
– Passare dall’esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica.
– Utilizzare diverse tecniche espressive e comunicative;
– Sviluppare la capacità di lavorare in gruppo e cooperare.
Percorso metodologico e didattico
– Osservazione;
– Esperienza, ricerca, scoperta;
Laboratorio esperienziale;
– Gioco psicomotorio;
– Produzione grafica;
– Supporto di fiabe, poesie, filastrocche;
– Letture di immagini e conversazioni;
– Documentazione del lavoro.
Il bambino sarà stimolato: ad esplorare e conoscere i quattro elementi, ad elaborare in senso critico, ad affinare il senso estetico, incoraggiato e indirizzato alla scoperta e conoscenza del proprio mondo e territorio, attraverso l’incontro con la realtà e la fantasia, ad interpretare materiali e dati raccolti. Tutto ciò lo renderà soggetto attivo nelle esplorazioni ed esperienze didattiche, che risulteranno altamente motivanti e suggestive. Bambini sperimentando, potranno acquisire una forte consapevolezza di questi elementi così quotidiani e spesso sconosciuti.
Dopo un primo approccio da spettatori diventeranno i protagonisti di esperienze e di scoperta di fenomeni , grazie ai quali esiste la vita.
I quattro elementi saranno rappresentati da quattro personaggi: soffio, goccia, geo e fiamma.

 

IL MONDO DELL’ARIA, SOFFIO.
L’aria mi permette di vivere perché la respiro.

Il mondo dell’aria è nel cielo azzurro percorso da nubi o nascosto da nebbie, abitato da venti, brezze, correnti d’aria e cicloni. A questo mondo appartengono gli uccelli e innumerevoli insetti, gli aerei, gli asciugacapelli, i deltaplani paracaduti le bolle di sapone i profumi dei fiori i deodoranti, i gas inquinanti e quelli che ci servono, il fumo degli incendi, il vapore dei soffioni e quelli del the bollente.

ATTIVITA’:

  • Esplorare diversi modi per produrre aria: battere  le proprie mani e utilizzare oggetti vari;
  • Sentire l’aria che il nostro corpo produce (es.: lo starnuto, lo sbadiglio);
  • Fare bolle di sapone;
  • Produrre aria calda con l’uso del phon;
  • Produrre aria fredda con il ventilatore;
  • Gonfiare e sgonfiare i palloncini;
  • Percepire il vento;
  • Cose che volano: aerei, mongolfiere, elicotteri…
  • Animali che volano;
  • Sentire l’aria sull’altalena, sullo scivolo;
  • L’aria che puzza (inquinata) o che profuma;
  • Il respiro: aria che entra dentro il mio corpo e che esce;
  • Fiabe, canzoni, filastrocche, canti sull’elemento aria;
  • Costruzione di girandole, aquiloni, ventagli;
  • Racconto: “La principessa aria”;
  • Osserviamo gli uccelli che volano.

IL MONDO DELL’ACQUA, GOCCIA
L’acqua mi permette di vivere perché mi disseta.

L’acqua è un elemento vitale, per i bambini i giochi con l’acqua sono i preferiti, il contatto dà piacere e benessere, fa scoprire, rumori, colori e sensazioni. Alle prime scoperte sulle caratteristiche dell’acqua, possiamo aggiungendo delle altre per capire come influenza la nostra vita e quella dell’ambiente in cui viviamo.

ATTIVITA’:

  • Le tue trasformazioni con il freddo (ghiacciolo) con il caldo (fumo del vapore);
  • Travasare in diversi recipienti;
  • Percepire il proprio corpo nell’acqua;
  • I vari usi dell’acqua: lavare, cucinare, innaffiare…
  • Percepire l’acqua nel nostro corpo (la saliva, le lacrime);
  • Animali che vivono nell’acqua;
  • Il lavoro del pescatore;
  • Utilizzare vari materiali in relazione all’acqua (bicchieri, spugne, cucchiai, bottiglie ecc…);
  • Le gocce di pioggia su vetri delle finestre;
  • Assaggiare acqua pura e acqua leggermente automatizzata;
  • L’acqua che scorre dai rubinetti;
  • fare le bolle acqua con l’uso della cannuccia e del sapone;
  • Ascolto della pioggia;
  • Acqua che ci disseta, ci permette di vivere;
  • Acqua da non sprecare;
  • Racconti di fiabe, canzoni filastrocche, canti sull’elemento acqua;
  • Racconto “Il Viaggio della Gocciolina Glu”.

 

IL MONDO DELLA TERRA: GEO
La terra mi permette di vivere perché mangio i suoi frutti.

E’ il mondo delle cose, delle costruzioni dell’uomo, delle tane, degli animali che camminano o strisciano sotto o sopra il suolo, degli alberi delle erbe, dei fiori, dei campi, dei boschi, delle montagne, delle pianure e delle colline, dei frutti buoni e cattivi e di quanto si può mangiare, delle pietre e della sabbia. La terra può essere umida come il terriccio del giardino dopo la pioggia, o secca come la sabbia del deserto, fertile e quindi ricoperta di vegetazione.

ATTIVITA’

  • Osservare le caratteristiche della terra in giardino;
  • Strappare l’erba, osservare le radici radicate nella terra;
  • Prendere la terra ed incollarla sul foglio;
  • annusare la terra dopo la pioggia;
  • Terra per giovare: pasticciamento ed esperienze con la creta;
  • Piantare i semi e le nuove piantine (es.: fagioli);
  • Ascoltare il rumore della terra schiacciata con le scarpe;
  • La sabbia che riempie e scuota il secchiello;
  • La terra che ci offre le cose che mangiamo;
  • Lavoro del contadino;
  • La terra da non sporcare (non buttare le cose a terra);
  • Racconti, fiabe, canzoni, filastrocche, canti sull’elemento terra;
  • Racconto: “Le due talpe”.
  • Gli animali che abitano la terra.

 

IL MONDO DEL FUOCO: FIAMMA
Il fuoco mi permette di vivere perché mi riscalda e mi illumina.

Il fuoco è un elemento molto attraente per le sue caratteristiche e per il fatto che difficilmente viene consentito ai bambini di avvicinarsi e di avere un contatto diretto a causa degli effetti che può produrre e dei pericoli che rappresenta. Tuttavia, con le dovute precauzioni, è possibile farne esperienza e scoprire quanto il calore e la luce siano importanti per la vita dell’uomo; accorgerci che il fuoco è una grande forza della natura e renderci conto che tanti fenomeni e realtà sono legati a questo elemento: vulcani, fulmini e incendi.

ATTIVITA’

  • Percepire il calore del corpo, ponendo le due mani sul viso;
  • Strofinare le mani e i piedi finché non diventano caldi;
  • Accendere una candela per vedere la fiamma e gli oggetti illuminati attorno;
  • Esperienze di luce e ombra;
  • Racconti e storie sul fuoco;
  • I colori del fuoco;
  • Fuoco per cucinare, riscaldare, illuminare;
  • Il pericolo del fuoco: scottarsi, briciarsi;
  • L’incendio;
  • Il vigile del gioco;
  • Racconto “Il drago buono che tutti credevano cattivo”.

 

 

La programmazione verrà personalizzata in relazioni alle classi e all’età di tutti gli alunni. La stessa, quindi, sarà soggetta ad integrazione di altre attività, considerando: i vari progetti,  giornate a tema, ed eventuali u.d.g..

 

 

 

 

Show More

Related Articles

Check Also

Close
Close