ProgettoSocial ...

LA MENSA SCOLASTICA

“Negli ultimi venti anni il ruolo della mensa è cambiato, assumendo compiti e obiettivi importanti per la salute dei bambini. Lo scopo primario della mensa non è più solo quello di fornire un pasto nutriente, equilibrato e completo, perfetto dal punto di vista igienico-sanitario, ma di prevenire l’obesità e tutte quelle patologie cronico-degenerative, come il diabete, l’osteoporosi, cardiache, causate da un eccesso di peso e da una scorretta alimentazione. Oggi, quindi, alla mensa scolastica è affidato questo importante compito: educare alla buona e giusta alimentazione.
Con la mensa scolastica il bambino vive un forte momento di socializzazione con i compagni di classe e non solo: impara le buone regole dello stare insieme a tavola, con l’imitazione degli amici.
Una corretta gestione della ristorazione svolge un ruolo di rilievo nell’educazione alimentare coinvolgendo bambini, famiglie e docenti.
I docenti devono essere adeguatamente formati sui principi dell’alimentazione, sull’importanza dei sensi nella scelta alimentare, sulle metodologie di comunicazione idonee a condurre i bambini a un consumo variato di alimenti, sull’importanza della corretta preparazione dei pasti.
Rispetto al passato dunque qualcosa è cambiato: il bambino non va solo sfamato, ma educato. Nel menù proposto ci saranno sicuramente alimenti poco graditi dai bambini, come verdura e legumi e per superare l’iniziale rifiuto del bambino è importante predisporre un ambiente idoneo, non rumoroso, e di dimensioni adeguate per il numero di alunni e di un tempo adeguato per consumare il pasto.
È importante che gli insegnanti, gli addetti al servizio e i genitori collaborino insieme, spingendo il bambino in un clima positivo e gioioso, all’imitazione dei compagni che invece gradiscono la pietanza, in modo che anche coloro che sono poco inclini all’assaggio siano stimolati a mangiare alimenti che solitamente, nell’ambiente familiare, tendono a evitare. Affinché tutto ciò accada, è importante che l’inserviente porga il piatto con un sorriso e che la maestra mangi lo stesso pasto con gusto elogiando le proprietà sensoriali e nutrizionali del piatto dicendo per esempio, “mmmm…quanto è buono!!” “oggi ci sono le lenticchie, il mio piatto preferito!” oppure “che bello c’è il pesce! Lo sapete che è ricco di fosforo e fa diventare più intelligenti?”. Un atteggiamento negativo può creare molti problemi e cattive conseguenze, danneggiando non solo il servizio ma anche e soprattutto i bambini. Anche i genitori svolgono un ruolo importante nel processo di educazione e di promozione della salute, seguendo le corrette indicazioni anche a casa. L’Oms consiglia: di assumere ben cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, quindi consumarne solo 1-2 porzioni a scuola non basta; non dare per spuntino a metà mattina alimenti troppo ricchi di calorie come panini imbottiti, merendine o biscotti, un frutto, uno yogurt o un pacchetto di cracker può essere sufficiente per spezzare la fame e apprezzare il pranzo; e non esagerare con gli olii e salse varie, non bisogna dimenticare infatti che l’appetito è il miglior condimento.”
Fonte: Educazione Ambientale, alla Salute e Alimentare: un’integrazione possibile di Martina Pagetti.
Non perdiamo occasione nell’evidenziare, che all’interno della nostra scuola, vi è il servizio mensa, con pasti preparati interamente all’interno del nostro istituto, fornito di cucina, i vari prodotti vengono selezionati con cura e attenzione, ed i menù sono studiati settimana per settimana, tenendo sempre come punto di riferimento le indicazioni dell’Asp (Azienza Sanitaria Provinciale, RC).
Disponiamo di un menù diverso per stagione.
Il servizio mensa è svolto dalle assistenti e dalle maestre che sovraintendono il pranzo.
Si comunica che il M. M. potrebbe subire variazioni temporanee, ma terremo sempre conto delle indicazioni di Asp.
N.B.: La frutta fresca viene alternata a seconda della stagionalità e della reperibilità di mercato tra:
mele – pere – banane – albicocche – prugne – clementine – mandaranci e arance.

Menù Mensa, mese di ottobre:

 

 

Menù Mensa, mese Novembre

Show More

Related Articles

Check Also

Close
Close